Come funziona Twitter, l’uccellino socievole

Come funziona Twitter?
Twitter
è uno strumento di online social networking e microblogging in cui gli utenti postano (pubblicano) aggiornamenti di max 140 caratteri su ciò che sta accadendo nella loro vita con i link alle cose che ritengono interessanti, divertenti o utili per i loro follower (“follower” indica approssimativamente ciò che “amicizia” indica su Facebook).
Quindi, come funziona Twitter? Le persone usano Twitter in molti modi, alcuni come un newsfeed (raccoglitore di notizie) seguendo persone importanti o le reti, chi come una pseudo-chatroom limitando i loro follower e seguendo solo amici e familiari, e alcuni come un microblog per aggiornare le persone sul loro lavoro, su quello che stanno facendo e sulle loro vite personali.

Gli utenti di Twitter possono scegliere chi seguire e chi non seguire. Hanno il controllo totale delle notizie che ricevono sulla loro homepage. Quando mi riferisco alla tua “homepage”, mi riferisco al flusso di tweet che vedi quando accedi a Twitter, che contiene i tuoi tweet, quelli dei tuoi follower e i Retweet dei tuoi amici;

Questo è differente dalla tua pagina personale di Twitter (twitter.com/nomeutente), la quale invece contiene tutti i tuoi tweet e le tue risposte ad altri utenti.

Puoi avere un numero illimitato di follower, ma seguire solo poche persone selezionate se lo desideri, rendendo così più semplice rimanere in contatto con le persone a te care.

Nella “Home”, cioè la schermata iniziale, alla tua sinistra trovi le tue statistiche(following e follower), i consigli su chi seguire e le tendenze del momento, mentre nella riga di destra trovi tutti i Tweet delle persone che segui e i tuoi.

CHI VEDE E COSA VEDE

Quando fai un Tweet, appare nella Home di tutte le persone che ti seguono,e quando qualcuno ti risponde se lo segui ti appare anche nella tua bacheca, altrimenti lo trovi solo nel flusso delle tue citazioni.

Quando rispondi a qualcuno, dato che all’inizio del tweet si inserisce in automatico(o anche manualmente) il suo nome utente(@nomeutente), la tua risposta non appare nella bacheca dei tuoi follower, quindi se si vuole limitare la visibilità agli interessati(lo vedranno anche gli amici in comune) di un tweet si mette il nome o i nomi delle persone interessate all’inizio, perche se le mettete a metà tweet tutti i follower di quelle determinate persone lo potranno vedere.

Twitter ha aggiunto una funzione “risposta” (reply) di recente, che permette di vedere una stringa di conversazione. C’è differenza tra “rispondere” ad un tweet e semplicemente iniziare un tweet con il nome utente della persona a cui ci rivolgiamo. Il primo terrà la conversazione integra, il secondo no. I tweet sembrano identici, tranne per il fatto che uno mostra che è un tweet “in risposta a” un altro e l’altro no. Su twitter.com, il simbolo che indica che un tweet è parte di una conversazione è il fumetto in alto a destra.

se qualcuno visita le nostre pagine personali di twitter può vedere tutto quello che stiamo scrivendo, ma poche persone molto probabilmente lo faranno. In questo modo, ogni tweet che scriviamo non è al 100% privato, anche se ci rivolgiamo ad un altro utente. L’unico modo per assicurarsi che una conversazione sia privata al 100% è utilizzare i messaggi diretti.

MESSAGGI DIRETTI

I messaggi diretti sono tweet privati (non visibili agli altri) che vengono scambiati tra due utenti che si seguono. Non è possibile inviare un messaggio diretto a qualcuno che non ti segue e viceversa. I messaggi diretti sono l’unica maniera per conversare in maniera privata su twitter. I “DM” sono essenzialmente come email con il limite di 140 caratteri per messaggio. Non risultano tramite alcuna ricerca su twitter.

RETWEET

Il termine “ritwittare” o “RT” è utilizzato quando si intende rilanciare un tweet di qualcun altro. È possibile farlo in più modi. Su twitter.com è molto facile ritwittare grazie alla funzionalità nativa per il retweet. Il retweet nativo è una funzionalità presente anche in molte applicazioni mobili e desktop, ed è generalmente il modo migliore per farlo.
L’ultimo tweet qui sopra mostra un retweet nativo, in cui è possibile notare un piccolo simbolo verde nell’angolo in alto a sinistra e l’indicazione del nome utente che ha ritwittato, in questo caso mybrother.

Un altro dei modi più comuni per fare un RT è quello di copiare il tweet completo, compreso il nome utente della persona e mettere “RT”, prima di esso. I tuoi follower capiranno che tutto ciò che viene dopo è stato detto da tale utente.
Ancora un altro modo di ritwittare è citare l’utente scrivendo “via @username” alla fine del tweet copiato. Basta essere sicuri di non sostituire l’autore originale del tweet con gli ultimi che lo hanno ritwittato.

HASHTAG

Gli hashtag sono un modo per etichettare i tweet in maniera che altri utenti possano vedere i tweet sullo stesso argomento. Gli Hashtag non contengono spazi o segni di punteggiatura e iniziano con un simbolo “#” (cancelletto). Spesso in occasione di eventi come conferenze o concerti, gli organizzatori diranno ai partecipanti di aggiungere un particolare hashtag nei loro tweet per raccogliere i pareri sulla manifestazione e far dialogare le persone che partecipano all’evento. Questo ti permette di andare a Twitter Search, cercare i hashtag e seguire tutti i commenti che includono. Quindi, in tempo reale, è possibile seguire i commenti e rispondere ad essi, la creazione di una conversazione su un determinato argomento.

Gli Utenti di Twitter creano trending topic (argomenti molto discussi) utilizzando gli hashtag. Per esempio, un utente potrebbe creare un hashtag come maniera divertente per iniziare una conversazione. Infine, gli hashtag sono utilizzati per colorare dichiarazioni o battute su Twitter. Alcuni utenti di Twitter utilizzano hashtags lunghi come frasi per ottenere un effetto comico.

Questa pagina non è una guida completa perché Twitter rilascia sempre nuove piccole migliorie per rendere il proprio servizio più utile e user-friendly, ma dovrebbe chiarire la maggior parte dei concetti di base. Puoi visitare support.twitter.com per saperne di più.