Whatsapp Stato: il nuovo aggiornamento

Whatsapp, nella linea di evoluzione di Facebook e Instagram (anche whatsapp è di proprietà di facebook dal 2014) diventa sempre più “social” e introduce nuovi contenuti multimediali interattivi. Dopo le recenti novità legate alla fotocamera di whatsapp, da domani con il nuovo aggiornamento per iPhone, Android e Windows Phone verranno introdotte le nuove funzionalità, che permettono di inviare gli aggiornamenti di stato comprensivi di contenuti multimediali (foto,video etc.) ai propri amici, che ai autoelimineranno dopo 24 ore come avviene attualmente per le Storie di Snapchat.

Le recenti modifiche alla fotocamera permettono di inviare foto, video e GIF che possono essere modificate con emoticon, adesivi e disegnini, per rendere sempre più personalizzabili i nostri media. Per quanto riguarda le nuove funzionalità, si parla soprattutto del nuovo Stato, che ci permette di condividere i nostri momenti con i nostri amici, singolarmente o nei gruppi whatsapp.

Cos’è il nuovo Whatsapp Stato? Questi stati, che sono niente di meno che le famose Storie a scomparsa sulla falsa riga di Snapchat, Instagram e ora Facebook, renderanno sempre più semplice condividere con i nostri contatti le nostre vite, esperienze e tutto ciò che al giorno d’oggi si condivide online sui social. Si potranno utilizzare foto, brevi video o Gifs, per cercare di esprimersi sempre al meglio e coltivare i nostri seguaci.

A nostro parere, Mark Zuckerberg, in risposta alle statistiche che vedono il suo principale social Facebook in calo tra i ragazzi compresi nelle fasce d’età più basse e l’aumento da parte degli stessi utenti dell’utilizzo della piattaforma di Snapchat, ha deciso di avvicinarsi alle nuove richieste dei più giovani, avvicinando sempre di più le caratteristiche dei social network da lui gestiti alle nuove esigenze del web, e questo lo ha portato a introdurre su Facebook recentemente le Storie e ora i nuovi Stati su whatsapp. Non ci resta che aspettare per capire se avrà successo questa nuova funzionalità o se gli utenti continueranno a preferire Snapchat.