Britney Spears: la sua “conservatorship” continua a scelta del giudice

La “conservatorship“, misura che era stata imposta a Britney Spears dopo il suo esaurimento del 2007-2008, non termina.

L’amministrazione controllata è attualmente nelle mani di Jamie, il padre della cantante, e di Jason Trawick, il fidanzato. I due devono in pratica convalidare o respingere sia le scelte professionali di Brit sia, e ciò naturalmente è materia più delicata, le sue scelte personali.

Lo scorso mercoledì l’artista, che dopo il periodo turbolento non ha più fatto scalpore, è stata vista dal giudice Reva Goetz che ha voluto parlarle di persona. I due sono stati raggiunti dall’avvocato designato dal tribunale, Sam Ingham. Brit avrebbe riferito al giudice che il suo nuovo lavoro, quello di giudice alla versione statunitense di “X Factor”, le piace molto.

La “conservatorship” è stata estesa sino alla fine dell’anno. Se ne riparlerà ad inizio 2013. La conservatorship è una misura legale degli USA in cui una persona o una organizzazione è soggetta al controllo di altre persone od enti; per i soggetti singoli si applica solitamente a chi abbia avuto problemi psichiatrici, o comunque incapaci di compiere scelte importanti.

Britney spears