Foursquare: il social network dei luoghi



Foursquare è stato fondato nel 2009 da Dennis Crowley e Naveen Selvadurai, e negli ultimi tempi ha richiamato un sacco di attenzioni da parte degli appassionati di web, divenendo uno dei servizi tra i più discussi nei siti che si occupano di web 2.0 e social media.

Partiamo dal presupposto che Foursquare è un social network molto interessante, in quanto a differenza di molti altri, si basa sulla possibilità di segnalare la propria posizione in un dato momento ad altre persone che fanno parte del nostro network. Se Twitter ha introdotto il cosiddetto tweet (cinguettio) , Foursquare si è fatto conoscere per i suoi chek-in, ossia tramite essi, è possibile registrare e trasmettere ai nostri contatti la precisa posizione in cui ci troviamo  ; che sia un museo, un bar, una pizzeria, un cinema, non importa, attraverso questo sistema facciamo capire dove siamo e la cosa più importante è che possiamo comunicare la nostra condizione o consigli utili relativi a quel luogo. Più chek-in facciamo in uno stesso posto, più abbiamo l’occasione di diventare Mayor,  ossia “sindaco” di quel luogo.

Se per esempio, ogni mattina prima di andare al lavoro facciamo tappa al nostro bar di fiducia per un caffè e facciamo il consueto chek-in, otteniamo sempre più punti per conquistare una serie di badge, ossia delle “medaglie al merito”, per culminare infine nella possibilità di diventare Mayor.

Ma come facciamo a fare sempre il chek-in, senza un computer a portata di mano? Semplice, Foursquare lavora con i cellulari. Proprio così, la condivisione della propria posizione geografica può essere fatta solo tramite gps attraverso un dispositivo mobile , uno smartphone come un Android, un iPhone o un Blackberry, per i quali sono disponibili apposite applicazioni gratuite. Basta infatti accedere al proprio market di riferimento e cercare l’applicazione per il proprio dispositivo, installarla e avere sempre a portata di mano uno strumento veloce, divertente e facile per comunicare agli altri la nostra posizione.

Possiamo affermare che si tratta di una sorta di gioco, di gara a chi riesce a diventare Mayor  o a ottenere più Badge. Potrebbe essere senza dubbio un modo anche per i negozi, le attività come le pizzerie o i bar, per cercare di attirare sempre maggior clientela, magari ponendo delle promozioni particolari per coloro che riescono appunto ad essere Mayor, premiando in questo modo non solo la fiducia del consumatore, ma anche la comunicazione gratuita che deriva dai consigli lasciati sui chek-in di quel punto vendita.

Non trovate anche voi grandiosa la possibilità che potrebbe offrirvi?

Foursquare City Guide Foursquare Labs, Inc. Categoria: Cibi e bevande, Viaggi
Valutazione: 4+
Versione: 11.0.1
Gratis

 

Android Market badge