Apple chiede scusa ai propri utenti per le nuove mappe, e Cook consiglia di utilizzare altri navigatori

Poco dopo il rilascio dell’aggiornamento a IOS 6 in molti hanno rimpianto le mappe di Google; con l’ultima release, Apple per via di discordie tra i due colossi ha dovuto scorporizzare dai propri dispositivi le mappe di google e l’app di youtube, dovendo creare in pochissimo tempo un app di mappe proprie. 

Queste mappe, presentate molto bene al Keynote di presentazione dell’iPhone 5, in realtà non rispettano le promesse, anzi; contengono una marea di imprecisioni e errori parecchio notevoli, e questo ha fatto imbestialire molti utenti rimasti delusi.

Apple corre ai ripari denunciando errori di gioventù e annunciando una nuova ricerca di personale specializzato, ingegneri etc. Pare che qualche ingegnere arriverà anche da Google, azienda il cui direttore (Eric Schmidt) ha recentemente criticato l’azienda di Cupertino affermando che avrebbero fatto meglio a migliorare il servizio prima di lanciarlo.

Apple cerca di scusarsi con i propri clienti, chiedendo ufficialmente perdono per le imprecisioni e gli errori delle mappe di IOS 6, e suggerisce anche di utilizzare e provare anche sistemi di navigazione satellitari alternativi di aziende concorrenti ; lo fà tramite una lettera di Tim Cook, l’amministratore delegato della società.

apple tim_cook


La lettera di Cook. “Alla Apple ci sforziamo di fornire prodotti di livello mondiale che diano la migliore soddisfazione ai nostri clienti”, si legge in una lettera dell’amministratore delegato della società di Cupertino, Tim Cook, “con il lancio di App Maps la scorsa settimana non ci siamo riusciti”.  L’ad della mela si è scusato per la “frustrazione” arrecata ai clienti e ha assicurato che “si sta facendo il possibile per migliorare Maps”. Poi, però, ha di fatto invitato a usare sistemi di navigazione satellitare alternativi: “Più i nostri clienti utilizzeranno Maps e più migliorerà e mentre migliorate Maps potete provare alternative come scaricare mappe dall’App Store come Bing, MapQuest e Waze, o usare le mappe di Google e Nokiaandando sui loro siti e creandovi un’icona sul desktop che riporti all’App online di riferimento”.Le mappe sono uno dei servizi più redditizi nella telefonia mobile e per questo la Apple ha deciso di lasciare l’app Google Maps e di stringere un accordo con Tom Tom per il nuovo navigatore satellitare dell’iPhone. Il nuovo sistema operativo iO6 ha però dato molti problemi di navigazione, con località spostate o addirittura omesse dalle mappe, e alcuni rendering tridimensionali non all’altezza degli annunci.
Per vedere alcuni screenshot con gli errori delle mappe di Apple clicca qui.

Ringraziamenti? Dubbi? Curiosità? Lascia il tuo commento!

A proposito dell'autore

Post correlati