Facebook e la bufala del post salva-privacy.

In questi giorni, ci è stato segnalato e abbiamo potuto notare anche noi, un post su facebook che gira e che viene condiviso da molte persone, nato dall’inganno o dalla fantasia di qualcuno, che promette un livello di privacy avanzato e la protezione dalla violazione di privacy da parte di chiunque e qualsiasi organo. Vediamo insieme il post:

Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi governo, struttura governativa o privata, utilizzando o il monitoraggio di questo sito o qualsiasi dei suoi siti associati, non ha il mio permesso di utilizzare informazioni sul mio profilo, o qualsiasi parte del suo contenuto compaia nel presente, compreso ma non limitato alle mie foto, o commenti sulle mie foto o qualsiasi altra «immagine» pubblicata nel mio profilo o diario.

Sono informato che a tali strutture è strettamente proibito divulgare, copiare, distribuire, diffondere o raccogliere informazioni o intraprendere qualsiasi altra azione riguardante o contro di me tramite questo profilo e il contenuto dello stesso. Divieti precedenti si applicano anche ai dipendenti, stagisti, agenti o qualsiasi personale sotto la direzione o il controllo di dette entità. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni in esso contenute sono riservate al circolo di persone alle quali esso è destinato. La violazione della mia privacy è punita dalla legge. UCC – 1 – 308 – 1-103.

Vediamo anche la variante dello stesso post:

“AVVISO PRIVACY: Warning – qualsiasi persona e / o istituzione e / o di agente e / o l’agenzia di qualsiasi struttura governativa, compreso ma non limitato ai governi federali e provinciali del Canada, Stati Uniti o qualsiasi paese che tenta di utilizzare o controllare / user questo sito web o uno dei suoi siti affiliati, non hanno il permesso di usare una delle mie informazioni di profilo o di qualsiasi documento contenuto, compreso ma non limitato le mie foto e / o commenti sulle mie foto o qualsiasi altra “immagine” di arte pubblicato sul mio profilo. Si consiglia di non divulgare, copiare, distribuire, diffondere, o prendere qualsiasi altra azione contro di me per quanto riguarda questo profilo e il suo contenuto. I divieti sopra riportati sono validi ai vostri dipendenti, agenti, studenti o qualunque membro del personale sotto la sua direzione o di controllo. Il contenuto di questo profilo è privato e protetto dalla legge e informazioni riservate, e la violazione della mia privacy è punibile dalla legge. UCC 1-103 1-308 TUTTI I DIRITTI RISERVATI senza pregiudizi.”

facebook privacy

Premesso che nonostante ci siano diversi livelli e filtri di sicurezza della propria privacy su un qualsiasi social network, pubblicare o condividere questo genere di post/clausola burocratica non permette nessuna protezione legale e quindi è assolutamente inutile.

Infatti, qualsiasi utente che decide di fare parte di Facebook, sottoscrive un contratto vincolante, che non può essere alterato unilateralmente, cioè nè dall’utente stesso, nè da Facebook senza il consenso di entrambe le parti.se una cosa non la si vuole rendere pubblica non la si posta in rete, pubblicare questo stato simile a una clausola burocratica è assolutamente inutile e non fornisce nessuna protezione legale.

Le condizioni di contratto di Facebook prevedono che:

“l’utente concede a Facebook una licenza non esclusiva, trasferibile, che può essere concessa come sottolicenza, libera da royalty e valida in tutto il mondo, per l’utilizzo di qualsiasi Contenuto IP pubblicato su Facebook o in connessione con Facebook (“Licenza IP”). La Licenza IP termina nel momento in cui l’utente elimina il suo account o i Contenuti IP presenti sul suo account, a meno che tali contenuti non siano stati condivisi con terzi e che questi non li abbiano eliminati.”

Quindi, pubblicare o condividere il post salva-privacy non limita in nessun modo i poteri legali di terzi, compresi quelli dei governi e delle istituzioni citate.