Google Play Music finalmente disponibile anche in Italia!

La grande scommessa di Google nel settore della musica digitale arriva anche in Italia. Il nuovo servizio Google Play Music consente di acquistare singoli brani o interi album e di inserirli nella propria collezione musicale sui server di Google.

Google Music Play funziona quindi anche come una sorta di stoccaggio gratuito nel cloud, dove gli utenti possono avere fino a 20.000 canzoni per ascoltarle ovunque, semplicemente accedendo con il proprio account di Google.

È pur vero che Un servizio simile è offerto anche da iTunes, Amazon Cloud Player o Xbox Music Store, ma non è gratuito. Solo Amazon offre anche un’opzione gratuita, ma il numero delle tracce è limitato a 250.

Con Google Play Music, la libraria musicale verrà sincronizzata e resa disponibile su tutti i dispositivi utilizzati. Per ascoltare la musica in modalità offline è sufficiente selezionare le playlist e gli album che maggiormente interessano e queste saranno disponibili sui dispositivi Android. Inoltre, sarà possibile condividere un ascolto della canzone acquistata su Google Play attraverso Google+.

Google-Play-Music

Google ha stretto accordi con tutte le principali etichette discografiche e con migliaia di etichette indipendenti, che ora sono in grado di vendere la loro musica su Google Play. Ma è il cosiddetto Portale degli Artisti la novità più importante di Google Play Music. Attraverso il pagamento di una quota annuale di 25 dollari chi ha talento musicale ed è alla ricerca della grande occasione, potrà mettere in vendita i propri contenuti musicali originali, senza complicazioni aggiuntive e con una remunerazione pari al 70% del prezzo (il 30% viene trattenuto da Google). Qualunque musicista, gruppo o cantante potrà così offrire direttamente al mercato telematico mondiale le proprie realizzazioni originali.

Questo nuovo music digital store creato dall’azienda di Mountain View, oltre che in Italia, è stato inaugurato anche in Germania, Francia, Spagna e Inghilterra.