Il miglior sito per trovare voli low cost ora sotto accusa e rischia di chiudere!

Aktarer Zaman è il creatore di uno dei più potenti ed economici motori di ricerca per trovare voli low-cost. Grazie alla sua “invenzione” è possibile trovare voli con un prezzo decisamente più basso, ma ora una grossa compagnia aerea americana gli ha fatto causa per concorrenza sleale e il sito per risparmiare sui voli rischia di chiudere!Il giovanissimo Aktarer (appena 22-enne) ha scoperto un modo per offrire alla clientela voli aerei ad un prezzo decisamente più basso di tutti gli altri motori di ricerca di voli low-cost.
Collegandosi infatti al sito skiplagged.com infatti, il motore di ricerca usa una tecnica chiamata “hidden city” o “città nascosta”: molte compagnie aeree aumentano il prezzo del biglietto aereo quando la città di destinazione di un volo è su un hub (aeroporto) molto “richiesto”: per arrivare a destinazione però molto spesso il volo deve eseguire una “tappa” o scalo in altro aeroporto. Ma se la nostra destinazione fosse proprio in questo scalo?

Il meccanismo per risparmiare sul volo è proprio questo. Vi facciamo un esempio per capire meglio:
se in un certo periodo dell’anno l’aeroporto di Parigi fosse molto “gettonato” i prezzi di parigi sarebbero alle stelle. Cercando con un comune motore di ricerca verrebbero presentati soltanto i voli con destinazione Parigi.
skiplagged.com ragiona in modo diverso: se cercate un volo per Parigi vi potrebbe proporre un volo per Amsterdam con scalo a Parigi che potrebbe essere decisamente meno costoso (in quanto Amsterdam è una meta molto meno gettonata). Il passeggero potrebbe semplicemente scendere nell’aeroporto della “tappa” a Parigi e non proseguire nella restante parte di volo, risparmiando sul biglietto.
Unica pecca è quella di non poter imbarcare bagaglio in stiva, in quanto questo verrebbe poi scaricato nella reale città di destinazione.

Scoperto questo “trucco” apparentemente molto banale per risparmiare sui voli aerei, le compagnie avrebbero potuto semplicemente strutturare meglio le loro tariffe, invece United Airlines e il tour operator Orbiz si sono rivolti alla giustizia accusando skiplagged.com di concorrenza sleale, con una richiesta di 75.000 US$ di sanzione e l’ingiunzione di chiudere il sito.

Il giovanissimo Aktarer non si è però scoraggiato, inserendo un annuncio sul proprio sito chiedendo alle persone un “aiuto” per far fronte al processo. Una sorta di colletta online (crowfunding) per una buona causa.
Pesate che ad oggi questa “colletta online” ha già raggiunto la considerevole cifra di 55.000 US$ a testimonianza dei numerosissimi utilizzatori del sito preoccupati di dover pagare più cari i prezzi dei biglietti aerei.

skuplagged_colletta

 

Ringraziamenti? Dubbi? Curiosità? Lascia il tuo commento!

A proposito dell'autore

Creatore e co-redattore di iSocial.it WebMaster e IT specialist. Sicurezza online e nei sistemi di pagamento.

Post correlati