Reazioni Facebook: cosa sono e come funzionano le nuove icone su Facebook?

A partire dal 24 febbraio 2016 Facebook ha introdotto le reazioni: sei nuove icone create apposta per interagire meglio con i post degli amici, rivelando i sentimenti che abbiamo provato leggendo il post.
Sapete esattamente come funzionano queste nuove sei icone?

Il famoso “Mi piace”, dopo oltre un anno di test sociologici, si è rivelato insufficiente per esprimere al meglio il nostro grado di gradimento su una notizia o un evento condiviso su Facebook.
Lo scorso anno vi avevamo parlato della possibilità che Facebook stava valutando, rispetto alla possibilità di introdurre il tasto “Non mi piace” e alle eventuali conseguenze che avrebbe portato questo pulsante soprattutto ai fini commerciali. Pensate ad esempio come un’azienda avrebbe potuto sfruttare lo sbilancio fra “Mi piace” e “Non mi piace” su una propria campagna commerciale. Leggete il nostro articolo “Non mi piace” su Facebook: Zuckerberg ci ripensa!” per maggiori informazioni.

Infatti Facebook ha affinato la possibilità di esprimere giudizi, introducendo ben sei stati d’animo con il quale l’utente può “affinare” il proprio “like”.

Pensate ad esempio quando una persona pubblica una notizia o uno stato triste come ad esempio “Mi sono lasciato con il mio fidanzato” oppure “Tante vittime nell’attentato di Parigi”: eravamo abituati a mettere un “like” non per esprimere il nostro apprezzamento per l’evento… ma per “dare un appoggio” alla persona.. per fare capire che avevamo letto ed “avevamo a cuore” l’accaduto. Pensandoci però “mi piace” non era il messaggio giusto che fornivamo.

Proprio per questo Facebook ha introdotto le “Reazioni” (tradotto dall’inglese) che va intesto come “sentimenti” che si affiancano al vecchio “like” senza sostituirlo, e nello specifico sono: Love (amore), Haha (divertimento), Wow (sorpresa), Sigh (dispiacere) o Grr (rabbia):
nuove icone reazioni su facebook

Ognuno di questi sentimenti che possiamo esprimere rientra comunque nel conteggio dei “like” di un post: se un post avesse ad esempio: 4 like, 3 Ahah e 6 Grrr risulterebbe avere comunque 13 like, ma sarà possibile vedere quali sentimenti ha suscitato.

In fondo al post, dove eravamo abituati a vedere il numero di like, ora avremo un riepilogo delle “reazioni” che ha suscitato il post, con un contatore che indica il numero di “reazioni” che il post ha raccolto (semplici like compresi).

Vediamo un esempio per interpretare le nuove reazioni di Facebook su un post apparso in bacheca:
riepilogo reazioni facebook
Questo post ha ricevuto 555 “reazioni” fra cui semplici mi piace “like“, amore love” e rabbiaGrrr“: reazioni facebook
Cliccando sulle reazioni possiamo ottenere un dettaglio delle reazioni, che ci porteranno a capire se le persone hanno apprezzato o no il post. Nel nostro esempio:

dettaglio reazioni facebook
il post ha suscitato:

  • 476 semplici like (per questi primi tempi, molti utenti non hanno ancora imparato ad usare le reazioni oppure per pigrizia hanno semplicemente cliccato “like” senza esprimere una vera reazione)
  • 64 sentimenti di amore
  • 12 sentimenti di rabbia
  • 3 sentimenti di tristezza
  • 2 sentimenti di divertimento

Inoltre, per ogni singola persona potremmo capire a ciascuno quale sentimento ha suscitato, guardando la piccola icona di reazione nell’angolo in basso a destra della foto dell’utente: reazione personale facebook

Facile no?

Se le reazioni su Facebook venissero usate da tutti in modo corretto, potremmo sapere a colpo d’occhio cosa ne pensa la gente su determinati argomenti.

Dalle reazioni di Facebook sono state pertanto escluse: la faccina “non mi piace” valutato in un primo momento da Facebook ma poi escluso proprio per evitare di seminare negatività su Facebook soprattutto nei confronti di inserzioni o di post commerciali e la faccina “evviva!” (“Yay”) perché dopo i primi test effettuati da Facebook non aveva un significato univoco nelle varie parti del mondo.

Pur non essendoci il tasto “non mi piace” potete comunque esprimere il vostro disprezzo per un post utilizzando la reazione “rabbia”: una pagina ufficiale di un ristorante promuove il proprio locale in cui vi siete trovati malissimo? Esprimete rabbia oltre che un commento, ed il messaggio arriverà molto diretto a tutta la community!

Come esprimere reazioni e sentimenti su Facebook?

E’ possibile esprimere le proprie reazioni molto facilmente sia da PC che da mobile.
Per esprimere reazioni su Facebook da browser per pc o mac è sufficiente lasciare il mouse qualche istante sopra al classico pulsante “Mi piace” per vedere apparire un popup contenente le reazioni:

impostare reazioni su facebook

Per esprimere reazioni su Facebook da app mobile iPhone o Android è invece sufficiente tenere premuto per qualche istante il pulsante “Mi piace” per vedere apparire lo stesso popup.
Da mobile le icone sono anche animate (ad esempio il cuore di “love” pulsa).

Sammi Krug, product manager delle Reactions di Facebook ha dichiarato, commentando quello che lui stesso definisce “un gran cambiamento” per Facebook: “Le persone accedono a Facebook per condividere ogni genere di storia – che sia felice o triste, divertente o provocatoria. Abbiamo notato che sarebbero contenti di avere nuovi modi per esprimere i propri sentimenti”.