Stop definitivo di WhatsApp su diversi modelli di cellulari: scopri quali!

Uno stringato comunicato stampa di WhatsApp annuncia lo STOP a WhatsApp per alcuni modelli di cellulare. Scopri se il tuo smartphone è a rischio di non poter più fruire dell’ormai indispensabile WhatsApp.

Nel comunicato stampa di WhatsApp vengono spiegati i motivi che portano la società ad uno STOP del supporto per alcune tipologie di cellulari:

Nel guardare avanti verso i nostri prossimi sette anni, vogliamo concentrare i nostri sforzi sulle piattaforme mobili che la stragrande maggioranza delle persone usa.

Non si tratta pertanto di una scelta commerciale, ma economica: le piattaforme su cui sviluppare gli aggiornamenti WhatsApp sono veramente tantissime: varie versioni di iOS, Android, BlackBerry, Nokia S40, Symbian, Windows.
Gli sviluppi per le piattaforme di scarso utilizzo risulta una spesa che WhatsApp non ha più intenzione di sobbarcarsi.
WhatsApp non sarà più sviluppato per le piattaforme meno utilizzate già a partire dalla fine del 2016, e nello specifico:

  • BlackBerry, incluso BlackBerry 10
  • Windows Phone 7.1
  • Android 2.1
  • Android 2.2
  • Nokia S40
  • Nokia Symbian S60

Anche se questi modelli di smartphone siano stati parte importante della storia dell’app di messaggistica, garantendone la diffusione, questi dispositivi non sono più tecnicamente adatti a supportare alcune funzioni sviluppate o che verranno sviluppato in futuro da WhatsApp.

Gli utilizzatori di WhatsApp più penalizzati saranno sicuramente i possessori di BlackBerry: BlackBerry è una realtà ancora molto diffusa soprattutto in ambito aziendale.

Ricordiamo che quando WhatsApp era appena stato sviluppato e cercava di farsi strada fra gli utenti, circa il 70% degli utilizzatori avevano un device BlackBerry o Nokia. Oggi invece circa il 99,5% degli utenti che hanno installato l’applicazione hanno un sistema Android, iOS e Windows Phone.

Il consiglio del team degli sviluppatori consiglia ai possessori di questi modelli di cellulari di aggiornarsi ed acquistare un nuovo smartphone iPhone, Android o Windows Phone prima della fine del 2016 per continuare ad usare il servizio.

Ricordiamo che, anche quando verrà definitivamente cessato il supporto alle tipologie di dispositivi sopra indicati, WhatsApp continuerà inizialmente a funzionare ma non riceverà più aggiornamenti.
Alcuni mancati aggiornamenti però comprometteranno la fruizione di una parte importante di funzionalità nell’app di messaggistica più diffusa attualmente in Europa.